Storie di speranza, resilienza e tenacia. È ciò che serve per ripartire dopo un evento tragico come quello del terremoto che nel 2016 ha colpito il Centro Italia. Protagonisti delle testimonianze Alex Zanardi e Gianmarco Tamberi, che lo scorso 5 ottobre hanno incontrato gli studenti dell’istituto omnicomprensivo di Amatrice nell’ambito del Back to School.

Nella stessa giornata il pilota – 4 ori olimpici e 8 ori mondiali nel paraciclismo – e l’altista campione europeo nel 2016, hanno anche consegnato al comune di Posta una struttura attrezzata di 400 metri quadri donata da Save the Children e realizzata grazie al contributo di BMW Italia, che ospiterà attività scolastiche e socio-educative promosse dalla Comunità montana del Velino.

La struttura è la stessa che fino a luglio 2017 ha ospitato le attività del Centro Giovani 2.0 di Amatrice, oggi non più necessaria perché si sta costruendo il nuovo polo didattico. Il Centro Giovani 2.0, aperto nel dicembre 2016, continua a offrire attività di accompagnamento allo studio, ludico-ricreative, sportive, laboratori d’invito alla lettura, di musica e danza a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni nella frazione di San Cipriano, all’interno della tenda-cinema messa a disposizione dal Comune.

«Crediamo che ogni azienda debba svolgere un ruolo attivo nel supportare il territorio in cui opera e le persone che ne fanno parte, specialmente in una circostanza come questa che coinvolge i giovani, che sono i più deboli ma che rappresentano il nostro futuro» ha detto Sergio Solero, Presidente e AD di BMW Italia, intervenendo alla cerimonia di consegna. Alex Zanardi ha aggiunto: «Non dobbiamo smettere mai di sognare. Dopo i momenti difficili bisogna ricominciare, rimettersi in marcia e riprendere il percorso. Sono molto felice di essere qui ad accendere una luce in più su questi luoghi così duramente colpiti e spero che iniziative come queste fatte da Save The Children e BMW Italia siano di esempio per tanti altri».

I sessanta ragazzi del polo scolastico hanno avuto l’opportunità di parlare con Zanardi e Tamberi di rinascita e della forza di volontà necessaria a rimettersi in piedi, a partire proprio dagli eventi vissuti dai due atleti che tanto hanno inciso sulla loro vita privata e sportiva.

Realizzato in collaborazione con il Comune di Amatrice in base a un protocollo d’intesa con la Regione Lazio e il Dipartimento nazionale della Protezione Civile per la promozione di iniziative in favore dei minori in emergenza, il Centro Giovani 2.0 è stato reso possibile grazie al supporto di BMW Italia che ha donato 500mila euro all’Organizzazione. Anche gran parte dei dipendenti ha sostenuto l’iniziativa, donando volontariamente l’importo equivalente a mezza giornata di lavoro per consentire l’acquisto degli allestimenti per le aule attrezzate. Infine, con il contributo dei concessionari BMW, sono state finanziate le attività del Campo Estivo di Amatrice, che ha visto l’iscrizione di cento ragazzi delle scuole dell’infanzia, elementari e medie.

 
Testo di Stefano Padoan