Svelato il percorso della Dakar: nel 2018 torna il Perù

Per la sua 40ª edizione, il Rally Dakar tornerà a fronteggiare le dune del Perù, Paese assente dal 2013, attraverserà la già nota Bolivia, e concluderà la sua corsa nel vasto e variegato territorio dell’Argentina.

«La decima edizione della Dakar sudamericana lascerà Lima il 6 gennaio 2018 e arriverà a Córdoba il 20 gennaio, in un calendario scandito da 14 tappe», ha svelato il Direttore Etienne Lavigne durante la conferenza stampa svoltasi questa mattina a Parigi.

I partecipanti al più avventuroso e affascinante dei rally seguiranno un percorso in linea attraverso la costa del Pacifico da nord a sud, prima di deviare verso est per raggiungere l’Argentina.

«Prima della giornata di riposo a La Paz, la sezione boliviana del rally affronterà il lago Titicaca da molteplici lati, per poi esplorare l’Altopiano in un maniera significativamente diversa rispetto alle precedenti edizioni dakariane», promette Lavigne.

Il Perù – che manca dall’itinerario di gara da cinque anni – ha lasciato il segno nella storia recente della competizione, tanto da suscitare nei concorrenti un forte desiderio di vederlo tornare sul percorso. La geografia del deserto in tutta la costa del Pacifico a sud di Lima, infatti, è estremamente interessante per la gara grazie alle difficili dune che la caratterizzano, ma che rappresentano l’elemento che più identifica l’avventura dakariana.

La decisione di ASO di riportare la gara in Perù potrebbe, tuttavia, essere minacciata dalla ricomparsa di El Niño e dalle piogge torrenziali che hanno causato decine di morti negli ultimi due mesi. Problema con cui il Paese già ha dovuto fare i conti nel 2016, quando ha dovuto rinunciare alla gara per concentrarsi sulla gestione dei rischi associati a questo fenomeno meteorologico devastante.

La Zombie Rod del deserto bianco
Portate tempesta, cercate la pace

Potrebbe interessarti…

Menu