Leggi Subaru Impreza e subito il pensiero va al mondo dei rally, allo sterrato come alle curve ad alta velocità sull’asfalto scomposto di una strada di montagna chiusa al pubblico durante una competizione. Nata negli anni Novanta con l’intento di essere un mezzo dalle prestazioni elevate ma anche per tutti i giorni, oggi il modello della Casa delle Pleiadi torna in scena ed è ibrida.

Articolo di Carlo Mandelli

COME IN UN RALLY

Fin dalla presentazione al pubblico, avvenuta nel 1992, è stato chiaro che il team di progettazione della Subaru con la Impreza voleva realizzare una berlina dalle prestazioni elevate, ma in grado di trasportare il proprietario ed i suoi ospiti in un ambiente sportivo, elegante, sicuro e confortevole.

Allo stesso tempo questa vettura doveva servire da base per la realizzazione di versioni ad alte prestazioni ed infatti l’Impreza, nelle versioni WRX e WRX STI, si è coperta di gloria sia nel mondo dei rally che sulle piste del campionato mondiale endurance. La nuova Subaru Impreza e-BOXER mantiene quella filosofia: c’è la famosa trazione integrale permanente Subaru Symmetrical AWD ed il motore Boxer, oggi con l’aggiunta della componente ibrida che strizza l’occhio al futuro.

Subaru Impreza
INCOLLATA ALLA STRADA

L’albero motore del 4 cilindri boxer è allineato a cambio e trasmissione in modo tale da garantire un perfetto bilanciamento dei pesi tra i due lati della vettura. Questa tipologia di motore, insieme allo schema della trasmissione, garantisce un baricentro particolarmente basso che ha per effetto una riduzione del rollio in curva soprattutto se comparato con vetture con motori in linea o a ‘V’. Il risultato? La più che nota tenuta di strada Subaru, soprattutto in presenza di terreni a bassa aderenza come l’acciottolato umido, l’asfalto bagnato o le strade innevate, ovvero tutte quelle condizioni che si possono incontrare nell’uso quotidiano e non solo sulle strade di una gara di endurance.

BERLINA SI MA AL MODO SUBARU

Divertente da guidare come tradizione Subaru vuole, quindi, ma contemporaneamente rispettosa dell’ambiente e con ridotte emissioni. Tutto ciò mantenendo le doti tipiche di una vettura della casa delle Pleiadi: guidabilità prima di tutto, sicurezza attiva e passiva ma anche comfort. Il motore è un Boxer a benzina da 2,0l, profondamente modificato per essere impiegato esclusivamente sui modelli ibridi. L’unità elettrica è costituita da un motore trifase, con una potenza di 16,7 CV ed una coppia di 66 Nm. Che provenga dal motore termico, da quello elettrico o da tutti e due in modo combinato, la coppia viene gestita comunque dal sistema Subaru Symmetrical AWD.

STILE IMPREZA

A consentire che la nuova Impreza e-BOXER sia percepita immediatamente come una Subaru concorrono molti di quegli elementi di stile entrati a far parte dei modelli recenti della casa giapponese, dalle luci diurne a forma di ‘C’ rovesciata alla ‘L’ rovesciata che contorna i fari fendinebbia, passando per il paraurti anteriore basso e profilato, la griglia motore esagonale Subaru, l’ampio spoiler che prosegue la linea del tetto fin sopra il lunotto posteriore e altri dettagli dei quali un ‘subarista’ difficilmente potrebbe fare a meno.

Subaru Impreza fronte

Subaru retro

Interni

Per leggere gli ultimi articoli di Riders, clicca qui

(Not so) Big in Japan: la vicenda di Lancia 037 EVO 2
CONTROMANO: amici, abbiamo esagerato

Potrebbe interessarti…

Menu