Il rilancio dello storico marchio ripesca dai trionfi del passato. E per la A110 di oggi la ricetta è quella di sempre: peso piuma ed essenza votata al puro piacere di guida, che sia sulle tracce di un rally o nella guida quotidiana. Ma con una bordata di carattere

Articolo di Carlo Mandelli

Dici Alpine e pensi al memorabile Campionato del mondo di rally conquistato nel 1973, all’acrobatico Jean-Luc Thérier, il perfezionista Bernard Darniche, Jean-Pierre Nicolas e Jean-Claude Andruet. Quello della Casa francese è un marchio noto a chi mastica di rally su quattro ruote e di motorsport in generale, ma anche a chi è appassionato di meccanica e design, e ancora oggi si chiede come Jean Rédélé – concessionario di auto, ma anche talentoso rallysta – nel 1955 riuscì a mettere a punto l’auto che diede per anni gran filo da torcere a vetture ben più cattive nelle corse su fondi stradali più o meno sconnessi. La A110 di allora non era tanto potenza e forza bruta, ma il giusto distillato tra una struttura leggera, agilità e velocità per renderla vincente anche in mezzo alla concorrenza tutta muscoli.

Dal rally alla strada

Dai circuiti di rally alle strade normali il concetto non è cambiato poi molto. Dopo lo stop alla produzione nel 1995, Alpine è tornata in scena nel 2012 e da qualche anno è stata riscoperta con tutta una serie di varianti attorno al tema A110. L’ultima arrivata in ordine di tempo è la Légende GT in edizione limitata, disponibile in sole quattrocento unità in tutto il mondo e con elementi stilistici personalizzati interni ed esterni. Tre le tinte disponibili: la nuova Argent Mercure, Noir Profond e Bleu Abysse, con i monogrammi Alpine color oro e gli pneumatici Serac diamantati da 18″, anche loro con finitura oro, in contrasto.

Alpine 110

Légende GT è una delle nuove versioni in edizione limitata.

Colori storici

Un famoso colore ripescato dal passato è invece il Jaune Tournesol, il giallone senza mezze misure scelto per la versione 2020 della A110 Color Edition, disponibile solamente quest’anno: una riedizione di quello utilizzato per la carrozzeria Alpine tanto popolare negli anni 1960 e 70. Come la A110S, anche la A110 Color Edition 2020 presenta imbottiture Dinamica in tutto l’abitacolo, che le conferiscono un look sportivo. Il nuovo modello è dotato degli stessi equipaggiamenti A110S, così come del medesimo propulsore da 292 cavalli, programmato per offrire maggiore potenza. La A110 Color Edition 2020 è in grado di passare da 0 a 100 in soli 4,4 secondi, mentre la velocità di punta è pari a circa 260 chilometri orari.

Alpine 110

I nuovi interni parlano chiaro: essenziali ma con il confort che serve.

Puro e semplice piacere 

Alpine torna sul Turin

Alpine di nuovo sul Col De Turini, prova speciale del Rally di Montecarlo

E se il classico blu Alpine, il nuovo grigio e il giallo non dovessero bastare? Niente panico da omologazione: per una personalizzazione estrema il nuovo programma Atelier offre una trentina di nuove tinte di carrozzeria, ciascuna limitata a sole 110 auto in tutto il mondo e verniciata a mano in un’area dedicata dello storico stabilimento di Dieppe. Alla base della nuova A110, in tutte le sue versioni, resistono gli stessi principi tecnici stabiliti da Rédélé 64 anni fa: compattezza, leggerezza e rapporto potenza-peso studiato in modo maniacale. Il risultato si chiama puro piacere. Ma piacere alla francese.

 

Per leggere le ultime news, clicca qui. 

Moto Morini 500 Turbo, un sogno infranto
La Romagna dei motori per la lotta al coronavirus

Potrebbe interessarti…

Menu